.
Punto Snai on line Calcio Giocato Home Page

Evaristo Beccalossi il Re del dribbling

Evaristo BeccalossiEvaristo Beccalossi detto il ''Becca'' è stato la bandiera nerazzurra dal 78' al 1984 con ''Spillo'' (Alessandro Altobelli), i due hanno formato una delle coppie d'attacco più forti di quel periodo.

Il talentuoso regista bresciano è stato croce e delizia dei tifosi interisti. Nelle giornate di grazia ogni suo movimento e tocco sul campo era un vero e proprio lampo di classe. Un suo ex compagno di squadra disse: ''con lui si gioca in dieci o in dodici, mai in undici''.

Beccalossi era il classico giocatore che riusciva nel giro di una settimana, a passare dagli elogi più incondizionati alle critiche più spietate.

I tifosi di fede nerazzurra lo hanno eletto come loro beniamino e sono pronti a ricordarne solo le giocate migliori, soprattutto per i suoi dribbling che ubriacavano gli avversari.

Beccalossi non ha mai vestito la maglia della nazionale maggiore, ha indossato però, la casacca della nazionale giovanile giocando 7 partite e segnando un gol.

Era il classico giocatore senza ruolo, difficile da collocare in uno schema tattico ben preciso, per questo Enzo Bearzot non lo fece mai entrare nel giro della nazionale.

Ma, il Becca, quando scendeva in campo, era un piacere per il pubblico e probabilmente anche per se stesso, il quale amava e interpretava questo gioco come puro divertimento.

Evaristo nasce, calcisticamente, nel Brescia dove esordisce l'8 aprile 1973 in Catanzaro -Brescia. Nelle Rondinelle, gioca per 6 stagioni in Serie B disputando 94 gare e realizzando 14 gol.
Nel 78/79 si trasferisce a Milano, dove fa il suo esordio l'1 Ottobre 1978 a Bologna.
Nel 1979/80 l'Inter conquista il suo 12° scudetto e il Becca gioca 27 partite segnando 7 reti. Due suoi gol permettono all'Inter di vincere il derby il 28 ottobre del 79'.
Evaristo Beccalossi con la maglia dell'Inter vince anche la Coppa Italia nel 1981/82 e con la Sampdoria nell'84'/85.



• Le rubriche di Calcio Giocato: