.
Punto Snai on line Calcio Giocato Home Page

Fischietti arbitri di calcio

Fischietto arbitro da calcioIl fischietto è il simbolo di potere dell'arbitro, con esso segnala l'inizio e la fine di una partita, indica infrazioni, segnala rigori e punizioni, convalida i gol, praticamente dirige la gara, Per questo è importante conoscere il corretto utilizzo del fischietto.

I fischietti per dirigere le partite di calcio devono avere delle caratteristiche precise, non può essere uno strumento qualsiasi. Importante è che emetta un suono potente da essere sentito da tutti i calciatori per non essere confuso con quelli che spesso si sentono dagli spalti. Ma cosa più interessante e curiosa è che esistono tantissimi modelli di fischietti, ognuno con una particolare caratteristica strutturale che evidenzia il fatto che non tutti i fischietti sono uguali. Presentiamo i 20 fischietti più usati nel mondo del calcio.
1. Il fischietto cinese per i piccoli stadi.
2. Fischietto inglese per grandi stadi.
3. Il fischietto americano.
4. Fischietto italiano ad alto tono in uso fino alla metà degli anni Sessanta.
5. Fischietto italiano Dalilla, copia del Balilla.
6. Fischietto russo per grandi impianti.
7. Fischietto argentino Balilla per grandi stadi.
8. Fischietto tedesco.
9. Fischietto austriaco per locali chiusi, adatto per partite di calcetto. Si tratta di uno strumento singolare di notevoli dimensioni rispetto agli altri con quattro piccole canne d'organo.
10. Fischietto italiano Balilla usato anche dalla polizia a cavallo.
11. Fischietto Fiasa di fabbricazione italiana.
12. Fischietto inglese di bassa tonalità.
13. Modello portoghese dal tono non molto forte.
14. Fischietto universale inglese.
Tipo inglese ad alta tonalità.
15. Vecchio fischietto da caccia bulgaro di dimensioni molto piccole.
16. Fischietto cinese dal tono stridente.
17. Il mitico Balilla che un tempo era il fischietto più usato dagli arbitri italiani.
18. Fischietto argentino usato appositamente per il mondiale Argentina 1978.
19. Spagnolo per piccoli stadi.
20. Piccolo fischietto italiano molto resistente con il suono del doppio fischio.

Da regolamento ogni arbitro deve avere con se anche un fischietto di riserva. Le norme di comportamento impongono agli arbitri di non fischiare in modo prolungato e ripetuto o con eccessiva frequenza quando non ve ne sia effettiva necessità.
Se il direttore di gara gli cade o perde il fischietto durante una partita. E' obbligato a fermare subito il gioco con gesti o a voce, cercare lo strumento e, se non lo trova, ricorrere a quello di riserva.

Esistono anche direttori di gara che utilizzano fischietti personalizzati, per esempio negli anni Ottanta l'arbitro Vitali di Bologna, di professione commerciante in oro e preziosi, era solito dirigere le gare con un fischietto tutto d'oro.



• Le rubriche di Calcio Giocato: