.
Punto Snai on line Calcio Giocato Home Page

Oronzo Pugliese il mago di Turi

Il mago di TuriOronzo Pugliese allenatore esperto in salvezza.
Personaggio impulsivo e focoso, il mago di Turi aveva una capacità singolare di caricare giocatori e pubblico.

Lo chiamavano il mago di Turi, appellativo che gli venne appiccicato nella stagione 1964-65, quando era alla guida del Foggia in contrapposizione ad Helenio Herrera. Pugliese, osò sfidare gli squadroni del nord guidati dagli allenatori stranieri.
Don Oronzo "odiava" i tecnici stranieri che, secondo lui, avevano solo la fortuna di avere a disposizione i più bravi giocatori del mondo. Li avesse avuti lui, diceva, avrebbe colto gli stessi successi.

Nel 1964, quando venne promosso in serie A col Foggia vinse il “Seminatore d'oro”. Ma meglio ancora fece l'anno successivo, quando riuscì a portare i pugliesi al nono posto in classifica, alla pari con la Roma. Fu questo risultato ad aprirgli le porte del grande calcio.

Oronzo Pugliese era uno spettacolo vederlo in panchina, non si limitava a gridare ai giocatori ma spesso scattava sulla fascia laterale per galvanizzare i suoi giocatori.

Oronzo Pugliese nasce a Turi il 5 aprile 1910, il suo curriculum da allenatore: dal 1946 al 1952 al Lentini, dal 52 al 56 al Messina in C, dal 59 al 61 al Siena sempre in serie C, dal 61 al 65 al Foggia dalla C alla A, dal 65 al 68 alla Roma in A, nel 69 al Bologna in a, nel 70 al Bari in A, nel 71 alla Fiorentina in A, nel 72 al Bologna in A, nel 1975 all’Avellino in B. Ha interrotto l'attività nel settembre del 1980.




• Le rubriche di Calcio Giocato: