Punto Snai on line Calcio Giocato Home Page

Stadio Artemio Franchi di Firenze

Stadio Artemio Franchi di FirenzeLo Stadio Artemio Franchi nacque con il nome di Stadio Berta nel 1931. Terminata la guerra venne ribattezzato Stadio Comunale. Dal '91 è stato intitolato all'ex Presidente della F.I.G.C. ed ex dirigente viola Artemio Franchi.

L'Artemio Franchi, di proprietà del Comune di Firenze è considerato il museo degli stadi. Nato per opera del celebre architetto Pier Luigi Nervi grazie al prezioso contributo del Marchese Ridolfi, questo stadio è stato modificato molte volte nel corso degli anni, ma nulla venne cambiato della struttura originale, essendo questa vincolata dalla Soprintendenza delle Belle Arti.

Come puoi notare dalla foto panoramica (all'inizio dell'articolo) dello Stadio Comunale prima della ristrutturazione del 1990, la singolare forma a D (Dux costruito durante il periodo fascista richiama l'iniziale del Duce) e la torre di Maratona.

Pochi anni più tardi dall'inaugurazione venne edificata la torre di Maratona e le Scale Elicoidali. L'intervento più grande avvenne prima dei Mondiali di Calcio in Italia del 1990. In quell'occasione fu tolta la pista d'atletica per far posto al parterre, l'intervento costò 76 miliardi di lire.

Lo Stadio comunale Artemio Franchi ha una forma unica nel suo genere, infatti è a D, le dimensioni del terreno di gioco misurano 105 x 68 metri, può ospitare fino a 47.282 spettatori, la copertura è presente sola nella Tribuna centrale.

Ubicazione e informazioni generali
Località: Viale Manfredo Fanti 4 Firenze.
Settori Stadio: Tribuna centrale - Tribuna Maratona - Curva Fiesole - Curva la Ferrovia riservata al pubblico ospitante.



• Le rubriche di Calcio Giocato: